A cena con il Presidente ed il Vice presidente FIT Veneto 2019

Venerdì scorso abbiamo avuto il piacere di ospitare al nostro Circolo il Presidente FIT Veneto, Mariano Scotton e il vice Presidente, Gianfranco Piombo, a riceverli Andrea Bonomini, Roberto Vassanelli e Giancarlo Merzi.

Interessantissima la serata nella quale il Presidente Scotton ha toccato molteplici aspetti della vita concreta dei Circoli fornendo molti spunti di riflessione e sottolineando quelle che sono regole assolutamente non derogabili, tra tutte l’obbligatorietà dei certificati medici (agonisti e non) senza i quali deve essere preclusa ai Soci, agli atleti agonisti o della SAT qualsiasi attività sportiva.

Si è soffermato sulla delicatezza della figura dell’ospite proprio a fini medici (certificato) e di tesseramento, sugli aspetti fiscali e sull’attività, proprio nel Veneto, dell’Agenzia delle Entrate nei confronti della problematica legata alle lezioni private dei maestri, anticipandoci che vorrebbe che il Veneto (FIT) fosse la prima regione a dotarsi di un codice di auto-disciplina.

Ha parlato di Statuto e Regolamento interno, di Privacy e liberatorie per fotografie/filmati soprattutto nei riguardi dei minori, questo soprattutto alla luce dell’entrata in vigore a maggio 2018 del Regolamento (UE) n. 2016/679 sulla protezione dei dati (GPDR).

Ci metterà in contatto anche con il segretario regionale per avere eventuale modulistica a supporto o indicazioni sulla best practise adottata dai migliori Circoli della regione.

Ha evidenziato anche il ruolo che un Circolo importante come il nostro dovrebbe avere proprio in regione.

Il vice presidente si è invece soffermato sul fatto che un Circolo delle nostre dimensioni e con i cospicui importi che movimenta in dare/avere deve essere gestito, gioco forza, come un’azienda. 

Da parte nostra abbiamo data ampia disponibilità, come auspicato dal Presidente, ad essere presenti in regione e gli abbiamo confermato che faremo un serio check-up, per alcune evidenze in realtà già iniziato, per vedere la reale situazione del Circolo di fronte alle varie problematiche da lui evidenziate.