Il tennis si associa a una diminuzione della mortalità per tutte le cause e per le malattie cardiovascolari

Un recente articolo pubblicato sul  British Journal of Sports Medicine (clicca qui per scaricare l’articolo originale) ha esaminato l’associazione di sei differenti tipi di sport/esercizio con la mortalità per tutte le cause e per le malattie cardiovascolari (CVD) in una coorte di 80.306 individui (54% donne; età media ±SD: 52±14 anni) della popolazione scozzese e inglese.

I risultati dello studio si possono così riassumere:

  1. Mortalità per tutte le cause
    1. Ciclismo riduzione del 15%  (HR = 0.85, 95% CI ,76-,95)
    2. Nuoto riduzione del 28% (HR = 0,72, 95% CI 0,65-0,80)
    3. Sport con racchetta combinati (tennis, badminton/squash) riduzione del 47% (HR = 0.53, 95% CI 0,40-0,69)
    4. Aerobica riduzione del 27% (HR = 0.73, 95% CI 0,63-0,85)
    5. Calcio e corsa nessuna associazione significativa con la mortalità
  2. Mortalità cardiovascolare
    1. Nuoto riduzione del 41% (HR = 0.59, 95% CI 0,46-0,75)
    2. Sport con racchetta combinati riduzione del 56% (HR = 0.44, 95% CI 0,24-0,83)
    3. Aerobica riduzione del 36% (HR = 0.64, 95% CI 0.45 a 0.92),
    4. Ciclismo, corsa e calcio nessuna associazione significativa con la mortalità cardiovascolare

Modelli dose-risposta variabili tra l’esposizione allo sport e gli esiti sono stati trovati in tutte le discipline sportive. Nel tennis è stata trovata una curva a U dose-risposta tra partecipazione e mortalità; questo significa che il tennis a bassa intensità è più vantaggioso per la mortalità rispetto a quello ad alta intensità o a nessuna partecipazione.

I punti di forza dello studio sono l’ampia numerosità della popolazione e l’inclusione di uomini e donne con un ampio intervallo di età.

I limiti dello studio sono il piccolo numero di eventi che compromette la potenza statistica delle analisi, il relativo basso numero di morti per tutte le cause nei partecipanti che praticavano la corsa e il calcio, un dato che può spiegare la non associazione di questi sport con la riduzione della mortalità, la stagionalità che influenza la partecipazione ad alcuni tipi di sport e la valutazione cross-sectional dei dati  che non permette di esaminare l’effetto sulla mortalità della variazione nella partecipazione allo sport nel corso del tempo.

In conclusione, se i dati di questo studio saranno confermati da studi longitudinali che valutano la partecipazione allo sport degli individui nel corso del tempo, la pratica dello sport e del tennis possono determinare dei benefici significativi per la salute pubblica perché sembrano ridurre la mortalità per tutte le cause e per le malattie cardiovascolari.

Riccardo Dalle Grave

Fonte:  Oja, P., Kelly, P., Pedisic, Z., Titze, S., Bauman, A., Foster, C., . . . Stamatakis, E. Associations of specific types of sports and exercise with all-cause and cardiovascular-disease mortality: a cohort study of 80 306 British adults. Br J Sports Med. 2016 Nov 28. pii: bjsports-2016-096822. doi: 10.1136/bjsports-2016-096822.