Questo è il tennis, per noi dello Scaligero…

“……

Mi corre innanzitutto l’obbligo di ringraziare i nostri sponsor, anzi mi piacerebbe parlare più correttamente di partners, a quali siamo accomunati non tanto e non solo da un aspetto commerciale, per quanto importantissimo, ma dalla condivisione di alcuni valori per noi imprescindibili.

Un grandissimo grazie da parte mia e di tutto il Direttivo al nostro main sponsor Cattolica Assicurazioni, che ha abbracciato il nostro progetto e la nostra visione di tennis, a TennisPoint dell’amico Davide Risi che crede nel nostro successo sportivo, a Diadora (sponsor tecnico), e a Larix Laboratori che sarà al fianco dei nostri atleti durante le loro performance. 

Valori, dicevamo, che da anni noi insegniamo fin dalla SAT ai nostri piccoli allievi, ricordando così a me stesso che la nostra scuola ci risulta essere la più numerosa del Veneto con quasi 300 iscritti. 
Valori che possiamo così riassumere:

lealtà / rispetto per le regole / rispetto per l’avversario / sacrificio / emozione / orgoglio / e non da ultimo “senso di appartenenza”.

Questo è il tennis, per noi dello Scaligero.
Questo è quello che chiediamo agli atleti qui accanto a noi, di onorare la maglia, sempre. Poi si può vincere o perdere, ma quando andranno a stringere la mano all’avversario, a match concluso, in quei pochi metri che li separano dalla rete dovranno sapere di aver dato tutto, ma proprio tutto. 

…….

Le curiosità riguardano gli acquisti che abbiamo effettuato quest’anno battendo sul tempo la concorrenza del mercato tennistico veronese  aggiudicandoci le prestazioni sportive delle due sorelle Cinkova, un’ottima operazione partita diversi mesi fa, e poi un plauso ai nostri talent scout europei (Ale e Manu Castiglioni) che hanno strappato alla concorrenza di moltissimi club l’austriaco Thomas Statzberger (2.1) già 450 al mondo e di cui si parla un gran bene.

Obiettivi:
Al capitano, maestro Matteo Bussola, chiediamo la salvezza (anche all’ultima giornata magari al doppio di spareggio) e confermare quindi per il 4 anno consecutivo la serie B, che è un vanto per l’intera città. Mantenere la serie B non è assolutamente facile (come altri Circoli sanno bene) e quest’anno sarà ancora più complicato, infatti la dea bendata non ci ha inserito in un girone “morbido”.

Alla capitana, maestra Giulia Ravelli, che guida, a nostro sapere, forse la formazione più giovane dell’intero panorama tennistico italiano per una serie C schierando titolari una 2004, due 2005 e una 2006, con il supporto dell’istruttrice Anna Signorini, diamo l’ambizioso obiettivo di raggiungere entro tre anni da oggi la serie B.

Alla capitana Stefania Degani, che guida la neo promossa serie C, chiediamo la conferma della categoria.

…. “